Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”.


Ansa, 21 Giugno 2011



Dopo querelle con Liga, scontro a distanza col rocker

ROMA - "Il doppiatore di Johnny Depp?...Ma sì è lui...Morgan degli U2, quello che di concerti a San Siro se ne intende, altroché...!! Poverinoo...per un barlume di popolarità...cosa non si fa": così Vasco Rossi dalla sua pagina di Facebook risponde a Morgan che ieri, alla presentazione del docu-film di Tom DiCillo sui Doors 'When you're strangé, di cui Morgan è voce narrante, ha detto che Vasco Rossi "artisticamente è morto a 27 anni".

Marco Castoldi, in arte Morgan, durante la conferenza stampa del film ha risposto alla domanda di una giornalista sulle affermazioni di Vasco Rossi che, sui propri eccessi, avrebbe detto che se fosse andato avanti in un certo modo avrebbe fatto la fine di Jim Morrison, morto a 27 anni esattamente come Luigi Tenco, Janis Joplin e Jimi Hendrix. E Morgan a quel punto ha detto: "Anche Vasco Rossi è morto a 27 anni, almeno artisticamente. Sono serissimo". Non è la prima volta che i due artisti si lanciano frecciatine.

Morgan aveva definito senza senso la canzone del rocker di Zocca 'Un senso' e 'violenti' i fan del Blasco. Vasco, invece, parlando del talent X Factor lo aveva definito un programma dove si parla tanto e aveva ironizzato sulla presenza di Morgan degli U2. A dire il vero, dopo la famosa intervista di Morgan a Max (che gli costò l'espulsione da Sanremo) Vasco gli aveva anche dato attestazioni di simpatia. Sembra dunque essere nata una nuova querelle tra i due musicisti, dopo il presunto litigio virtuale con Ligabue. Era nato dopo un post apparso sulla pagina di Facebook di Vasco che esortava il Liga a "mangiare ancora un po' di polenta" prima di potersi confrontare con lui. Messaggio rimosso e che l'ufficio stampa del rocker aveva spiegato essere "uno scherzo di qualcuno", "comparso improvvisamente, non scritto da Vasco e quindi erroneamente attribuito a lui".

Fonte



Il Messaggero, 20 Giugno 2011




«In poco tempo ha prodotto quello che una persona normale non fa in una vita. Non come Vasco, artisticamente morto a 27 anni»
 
ROMA - Morgan ha doppiato in italiano “When you’re strange” e contribuito alla traduzione, in conferenza stampa per la presentazione italiana del documentario ha raccontato così il suo rapporto con Jim Morrison.

Cosa rappresentano per lei i Doors?
«Ho sempre avuto una grande passione per loro musicalmente e per Jim Morrison in particolare, il quale mi ha ispirato una gran voglia di fare. Di fare e non di farmi. E’ una forza propulsiva per scrivere, realizzare le idee, essere in moto continuamente. Morrison è una vera stella. In genere lo si dice di persone che hanno un’immagine brillante, ma lui è essenza, fuoco che brucia. E’ molto contagioso: quando, pur conoscendo i Doors, vidi il film di Oliver Stone, tornai a casa e composi almeno cinque brani. E’ un uomo che ha voluto vivere fino in fondo il suo essere e mi commuove ogni volta ricordare la sua morte a soli 27 anni. Eppure una tale intelligenza ha prodotto in poco tempo quello che una persona normale non riesce a mettere insieme in una vita intera... Vedi uno come Vasco, è arrivato a cinquant’anni ma artisticamente è morto a 27».

Quale ritratto nuovo esce di Morrison dal documentario?
«Qui si capisce che è un uomo incapace di violenza. Chi non è in grado di reggere la sua passionalità e intensità interpreta male la sua figura. E’ stato descritto come aizzatore, volgare, tipo da galera, invece era un essere umano raro, gentile, appassionato al linguaggio poetico. Ha qualcosa di cristologico, di martire ingiustamente crocifisso mentre aveva pensieri buoni nei confronti dell’umanità».

Il suo talento sarebbe stato uguale senza droghe?
«Vorrei pensare di sì. Sicuramente sarebbe stato uguale senza l’alcol, che lo ha sfiancato. E’ la droga che fa più male di tutte, più dell’eroina, nonostante sia legale. Tutti quelli che dicono: “Noi non ci droghiamo” con una bottiglia in mano stanno facendo la figura dei coglioni, almeno davanti a me».

Il suo maggior pregio?
«Le parole, a me interessa questa lezione, approfondirle, usarle in modo oculato, quelle semplici sono le più ricche. Lui era un curatore delle parole, tutti i disastri combinati sono per come le ha usate, non per fatti concreti. La sua arte è stata importante dal punto di vista poetico, dovremmo cominciare a studiare il valore effettivo delle sue poesie perché era un simbolista, non un volgarotto esibitore del suo sesso. Ha fatto anche questo, forse in una delle sue cadute, ma ricordiamoci i momenti alti di Jim Morrison sennò è come se di Morgan ci ricordassimo solo le interviste di Max».

Simona Orlando




Il Repubblica , 20 Giugno 2011



Al cinema dal 21 giugno, in tv il 3 luglio e il 6 in homevideo, il più organico docufilm sulla band californiana e il suo leader. Voce narrante, l'artista italiano: "Le parole di Jim furono come bombe. Ma lui era un poeta e andrebbe studiato"

ROMA - Presentato al Sundance 2009 e premiato un anno dopo con il Grammy Award per il miglior lungometraggio musicale, arriva anche in Italia, con un lancio in grande stile, il più organico docu-film mai realizzato su Jim Morrison e i Doors: When You're Strange.

La pellicola debutterà nei cinema il 21 giugno, il 3 luglio sarà trasmessa alle 21,15 da Studio Universal sul digitale terrestre. Infine, approderà in homevideo il 6 luglio, in una cofanetto Feltrinelli comprendente anche il libro I giorni del Caos di John Delmonico, accurata analisi dei file declassificati da Cia e Fbi sul "caso Morrison". Ma When You're Strange ha anche una speciale anteprima lunedi 20 giugno a Roma, al cinema The Space-Moderno in piazza della Repubblica. Una serata in parte a inviti e in parte a ingresso libero fino a esaurimento posti, con la visione del film preceduta da un mini concerto di Morgan, quattro pezzi in cui il musicista esibisce lo stesso organo Fender Rhodes Bass che fu di Ray Manzarek, il tastierista dei Doors.

Il coinvolgimento di Morgan nel progetto è ben più profondo. Sua è la voce narrante dell'edizione italiana di When You're Strange, e quindi il racconto della storia di Jim Morrison e dei Doors che fa da collante al montaggio operato dal regista Tom DiCillo utilizzando solo documenti veri, materiali d'archivio, apparizioni televisive, foto e video spesso inediti. Un ruolo importante, che in America è toccato a Johnny Depp.

In conferenza stampa, Morgan lascia intendere di essere pronto a riprendersi X-Factor quando il talent sbarcherà su Sky, poi punta deciso su Morrison. "Jim mi ha sempre ispirato voglia di fare - racconta -. Lui è una stella, nel senso di energia, propulsione, fuoco. Ed è contagioso: quando, adolescente, andai al cinema a vedere il film di Oliver Stone sui Doors, uscii dalla sala che avevo cinque canzoni nuove pronte. Mi commuove pensare che ha vissuto solo per 27 anni, un'età diabolica. Hendrix, Joplin, anche loro morti a 27 anni. Anche Luigi Tenco aveva 27 anni. Ma, per la mole di arte e cultura prodotta, quei 27 anni valgono una vita. Per questo, Jim Morrison non è di certo un artista inespresso".

Cercando il giusto equilibrio tra il ritratto delle singole personalità dei Doors, dimensione artistica e impatto della loro musica sull'America degli anni 60, When You're Strange non indulge in dettagli che gli appassionati conoscono a memoria. Condito da intime immagini familiari, da preziosi estratti dei due tentativi di film di Jim - HWY e Feast of Friends - non manca nulla. L'incontro tra Jim e Manzarek, studenti di cinematografia all'Ucla di Los Angeles, la nascita della band con Robby Krieger alla chitarra e John Densmore alla batteria. I concerti al Whisky a Go-Go, il contratto con l'Elektra e lo straordinario, omonimo album di debutto del gennaio 1967. Un disco trascinato in classifica dal successo del singolo Light My Fire, scritto da Krieger, ma chiuso dai 12 minuti di The End, in cui la poetica visionaria di Morrison e la sua radicale contrapposizione all'ipocrisia dell'America si esprime in un solo, edipico, verso in cui esplode il conflitto generazionale: "Padre, voglio ucciderti, madre voglio fotterti".

Mescolate al sex appeal di Jim, alla sua sciamanica capacità di catalizzare le menti delle folle ai concerti dei Doors, quelle parole costituiscono probabilmente la più concreta, radicale, potenzialmente dirompente sfida agli schemi sociali e alle certezze dell'America puritana e perbenista che in quell'irripetibile decennio già si trovava a dover fronteggiare la pacifica utopia hippie, le marce del movimento per i diritti civili e la grande sperimentazione giovanile dell'Lsd come espansione della coscienza. Eppure, nel film i Doors appaiono come scavalcati a destra dalla loro naturale attitudine a spargere i semi della rivoluzione. Ray Manzarek: "Vorremmo che a parlare fosse solo la musica, che arrivasse il suo messaggio". Ed ecco Jim rispondere alla domanda: "Politici? Siamo musicisti e scrittori".

Anche Morgan contrasta l'immaginario di Morrison come agitatore di folle, esagitato e violento. "Certo, le sue parole furono come bombe. Ma lui curava le parole, era un poeta e andrebbe studiato come esempio di poesia di quell'America, assieme a Lou Reed. Ed è un modello educativo. Era gentile, candido. I poliziotti lo prelevano dal palco e lui non reagisce con violenza, porge loro il microfono come per un'intervista. Dipingerlo come un volgare e un violento è legger male questo essere umano raro, appassionato di poesia, buono, quasi cristologico, un martire. Io ho Rimbaud sulla maglietta. Anche lui lo adorava. Jim era un altissimo simbolista. Lo vogliono ricordare solo come uno che ha mostrato il pene...".

Di quella famosa serata al Dinner Key Auditorium di Miami, primo marzo 1969, l'inizio della fine dei Doors, When You're Strange cattura l'audio della voce evidentemente alterata di Jim. "Non sto parlando di rivoluzione, sto parlando di amore amore amore...". La folla è in attesa da ore, Morrison ha perso l'aereo ed è arrivato in grave ritardo. Il caldo è opprimente, qualcuno lancia vernice addosso al gruppo. "Bastardi - reagisce Jim, ormai fuori controllo - siete solo degli schiavi, e forse vi piace. Ma forse siete qui per vedere qualcos'altro...". Ed ecco la sequenza fotografica che immortala il momento in cui Morrison sembra aprirsi la cerniera dei pantaloni e finisce con l'essere placcato dagli agenti di polizia, una presenza ormai costante sul palco dei Doors.

Se la repressione poliziesca tappò la bocca a un movimento giovanile che credeva di cambiare il mondo offrendo fiori agli agenti in tenuta antisommossa, il doppio capo d'accusa - oltraggio al pudore e linguaggio osceno - misero Jim Morrison in un angolo con il rischio del carcere. Il suo esilio volontario nella Francia dei suoi poeti più amati, lontano dalla celebrità e dal rock show, e la sua morte, sopraggiunta la notte del 3 luglio 1971, per cause mai del tutto chiarite e su cui il film non indaga, rappresentano l'emblematica fine di un'epoca. Ed è strano pensare a come oggi, in un momento storico in cui i giovani scendono in piazza ovunque, il rock abbia smesso di esserne frutto ancor prima che espressione, come allora.

Secondo alcuni, il rock più autentico è morto assieme a Jim Morrison, Jimi Hendrix, Janis Joplin. Negli anni successivi l'industria tentò solo di recuperare il denaro investito nelle stelle nascenti dal movement degli anni 60. "Come arte il rock non è mai morto - ribatte invece Morgan -, industria lo era anche ai tempi dei Doors. Ma oggi è l'hip hop l'unica musica capace di raccontare cosa accade in strada". Un ultimo pensiero di Morgan va agli altri tre Doors, Manzarek, Krieger e Densmore: "Non so cosa volesse dire per loro avere a che fare con una personalità come Morrison. Forse si potrebbe chiedere ai Bluvertigo cosa ha significato per loro avere a che fare con me", conclude in tono ironico.

Paolo Gallori 

Fonte



Quotidiano.net, 20 Giugno 2011




Il cantautore dovrebbe tornare come giudice nella prossima edizione del talent show, ma non conferma le voci. Parla invece di Jim Morrison: "Un modello educativo, un poeta"

Roma, 20 giugno 2011 - Dopo l'addio alla Rai, cresce l'attesa per il nuovo 'X Factor' targato Sky. Soprattutto per il cast, di cui si vocifera possa tornare a far parte un giudice storico come Morgan.

Interrogato in occasione della conferenza stampa di presentazione di 'When you’re strange' di Tom DiCillo, documentario sui Doors, il cantautore ha preferito trincerarsi dietro poche sibilline parole.

"Se faccio X-Factor? Vorrei rispondere volentieri, ma non faccio un torto a Sky che ha un ufficio stampa che deciderà il momento in cui vorrà diffondere questa notizia - ha detto Morgan -. Non voglio dire nulla, mi sembra scorretto. Rispetto i piani marketing di Sky".

Morgan ha invece preferito soffermarsi sulla figura di Jim Morrison, morto quarant'anni fa. "Ho sempre avuto una passione per i Doors e, soprattutto, Jim Morrison: mi ha sempre ispirato una gran voglia di fare, non di farmi. Era una macchina sempre in moto, una vera stella, un grande fuoco che brucia dentro, ed è contagioso: quando uscii dalla proiezione di 'The Doors' di Stone, scrissi subito cinque canzoni nuove".

Il cantante si è anche soffermato sulla morte prematura del cantante, avvenuta il 3 luglio 1971: "Aveva 27 anni, come Hendrix, Janis Joplin e Tenco: un limite oltre cui non si riesce a passare, ma in quei pochi anni hanno prodotto tanto, con forza, intelligenza e intensità, mentre una persona normale ce ne metterebbe 60 di anni".

Sempre sui quei fatidici 27 anni, alla domanda di una giornalista sul "Dovevo morire come Jim Morrison" pronunciata recentemente da Vasco, Morgan affonda: "Ma è morto a 27 anni, almeno artisticamente. Sono serissimo".

E ancora: "Morrison è un modello educativo, il modello dell’espressione libera: nell’immaginario collettivo è passato quale violento, esagitato, un aizzatore di folle, ma era tutt’altro, una persona buona, gentile. Ancora oggi la sua luce si diffonde: ha qualcosa di cristologico, un martire, ingiustamente crocefisso. Ma era un poeta, e bisognerebbe studiarlo in quanto tale, come per Lou Reed: si è occupato di poesia, era un simbolista, come il suo idolo Rimbaud, che è anche uno dei miei santi, vicino cui riposa al Père Lachaise di Parigi".

Della mai confermata esibizione del sesso sul palco del celebre concerto di Miami del ‘69, l’ex leader dei Bluvertigo afferma : "Fu una delle cadute di Morrison, ma è come se di Morgan ci ricordassimo solo dell’intervista di Max" ('La cocaina fa bene', dichiarò Morgan, scatenando il noto polverone).

Morgan di Jim ricorda invece le "parole più micidiali delle molotov, che scossero l’America e ci scuotono ancora oggi: Morrison era un grande maestro nell’uso delle parole. Che oggi la società informatica ha rivalutato molto: è ritornato 'In principio era il Verbo', e qui sta la differenza contrattuale tra me e Sgarbi, perché io non conosco tutte le parole che sa lui".

Ma, ritornando a Morrison, la sua espressività sarebbe rimasta la stessa senza uso di droghe? "Non so, sicuramente sarebbe rimasta la stessa senza uso di alcool, che l’ha sfiancato. Tra le droghe, l’alcool è quella che fa più male, non a caso, la disintossicazione è più dura di quella dall’eroina. Anche se è legale, è una grande droga".

Fonte


Ipad.zoo, 25 Maggio 2011 



Il tablet della Apple è stato sicuramente una rivoluzione nel campo della tecnologia, ma le numerose app esistenti per iPad lo stanno portando a cambiare anche altri settori come quello della musica.

Esistono diverse app musicali per iPad, simulatori di strumenti, sintetizzatori effettiere ecc.. ma l' impressione che queste danno è che ci si possa solo giocare, in realtà alcune sono molto serie e vengono utilizzate anche dai professionisti.

Un esempio italiano è quello di Morgan. Navigando su youtube possiamo trovare diversi video in cui usa il nostro amato tablet nei live per effetti e per creare suoni. In una passata intervista il musicista ha dichiarato che con l'iPad stava scrivendo il suo ultimo disco.

Per concludere sembra proprio che l'iPad sia una rivoluzione non solo nel campo informatico ma anche in quello musicale. Le applicazioni per l'iPad sono veramente in grado di sfruttare al massimo le sue potenzialità, voi conoscete altri esempi dove l' iPad sta cambiando le cose? Se si scriveteci e noi ne parleremo.

Vi lascio con un video di Morgan che utilizza l' iPad in un suo concerto accompagnato dai Versus.

Fonte

 

◄◄
►►
Settembre 2019
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
FacebookTwitterInstagram
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.YouTubePinterest

386592_314506955234560_154971804521410_1287101_793219296_n.jpg
La Gallery, le nostre foto dei live
6tnkw_bb6z-of_siy_jd-yzisf-apaxc.jpg
Foto - Disegni - Ritratti

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI