Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”.




Blog - Il Pollo della Valdichiana Archivio, 15 Luglio 2009



Morgan, un lieto imprevisto – di Stefano Duranti Poccetti Alla ricerca dell’antico virtuoso

 

Sono rimasto veramente colpito dalla performance di Morgan (Marco Castoldi) in occasione della sua esibizione allo “Insanamente Cortona Sound Festival”. Non avrei mai creduto infatti di potermi trovare davanti a un così ottimo conoscitore della musica, e soprattutto a un così ottimo conoscitore del suo strumento, il pianoforte. Si sentono in questo caso gli anni di studio di questo musicista che dimostra una grandissima sapienza strumentale. È soprattutto sull’aspetto puramente melodico della sua capacità pianistica che ho intenzione di soffermarmi e non tanto sulla sua vocalità, che comunque, nella sua particolarità, è affascinante. Dal punto di vista musicale Morgan dimostra di essere intenditore dei diversi generi sonori e dimostra anche di saperli usare alla perfezione. Egli ha impostato il suo concerto strutturandolo attraverso i diversi stili musicali. Genere di musica colta, jazz, blues, leggera … sono stati assemblati sapientemente dall’autore che oramai sembra avere acquisito quella maturità artistica che gli permetta di trovare, da questa sintesi di generi, un suo particolare e individuale modo d’intendere la musica. Tutto lo spettacolo si è svolto in una sorta d’improvvisazione infinita in cui il performer, attraverso passaggi imprevedibili, ha portato avanti il discorso musicale, ed è anche questa un’enorme importanza del suo essere musicista: l’intendere la musica in quanto discorso che parla da solo, senza bisogno delle parole. Se infatti lo spettacolo non è stato esente dal canto, la musica da sola ha posseduto in sé stessa un suo significato e un suo racconto. Questo fattore è stato sicuramente attinto dall’autore dalla musica colta e d’arte (classica), che appunto porta in sé questa qualità di essere auto-portante, ed è incredibile la sagacia di Morgan che inserisce all’interno delle sue esibizioni veri e propri tentativi di musica colta contemporanea, con tanto di poliritmia e di rinunce alla tonalità e anche di musica colta “più conosciuta” – nell’esibizione da me ascoltata Morgan ha infatti eseguito un pezzo di Debussy e altri di Bach – ed è apprezzabile da parte sua che cerchi d’inserire musica impegnata in contesti in cui questa viene di norma tralasciata. Morgan dimostra inoltre una grande preparazione teatrale e scenica, anche questa originale e non scontata, e sicuramente egli ha fatto suo il concetto di virtuosismo dell’ottocento, che manifesta attraverso una serie di giochi scenici – è mancato soltanto il fatto che rompesse le corde del pianoforte – che fanno sì che la quarta parete crolli a favore di un prossimo contatto con il pubblico. Marco Castoldi si è mostrato in scena in qualità  di tipo elegante trascurato e con la sigaretta in bocca – forse segnali della decadenza del virtuoso nella società odierna – e ha impostato il suo concerto sull’improvvisazione e sulla difficoltà tecnica (e questa è la caratteristica predominante del virtuoso ottocentesco, che soprattutto doveva riuscire stupire il pubblico). In sostanza Morgan è un nuovo virtuoso dell’era contemporanea; un virtuoso che riassume la sua vasta cultura musicale e che cerca ti trasmetterla al pubblico senza scendere a compromessi.

Fonte




Freequency, Giugno 2009



La Red Bull Music Academy ha invitato la band a tenere un workshop a Milano

 
L’annuncio parlava chiaro: “Una giornata completa con la band milanese per comprendere le dinamiche creative all'interno di un gruppo musicale”. E così, grazie alla Red Bull Music Academy, una selezionata e fortunata rosa di 40 aspiranti musicisti ha potuto vedere i Bluvertigo in azione. È successo lo scorso 9 giugno a Milano nello Studio 75, dove Marco “Morgan” Castoldi e soci si sono messi a disposizione degli organizzatori, ma soprattutto degli studenti, cercando di trovare in ognuno di loro la scintilla ecreare “oggetti sonori” in un’atmosfera familiare e collaborativa.

A introdu rre ai presenti l’undicesima edizione della Red Bull Music Academy, spiegandone la cavillosa domanda d’iscrizione, sono stati il giornalista Damir Ivic e il dj Marco Passarani, affiancati da uno degli alunni italiani che, insieme ad altri 59 musicisti provenienti da ogni angolo del pianeta, ha partecipato allo scorso anno accademico. In un’atmosfera da “destinazione Londra” – dove dal 7 febbraio al 12 marzo 2010 si svolgerà l’ormai celebre workshop – i ragazzi hanno potuto avere un assaggio di quello che accade durante le due settimane di stage all’insegna della creatività. I musicisti, dj e producer che verranno selezionati da un’attenta giuria di addetti ai lavori avranno a loro disposizione studi di registrazione dotati dei più recenti software per poter sperimentare nuovi modi di fare musica unendo il proprio estro alla scena musicale della città ospitante. Prima di Londra, Barcellona, Berlino, Dublino, New York, San Paolo, Cape Town, Roma, Seattle, Melbourne e Toronto hanno ospitato la giovane classe della Red Bull Music Academy che, a differenza del passato, è sempre più indirizzata verso la vera e propria creazione musicale.

 

“Per anni la Red Bull Music Academy è stata vista come una ‘scuola per dj’, definizione che poteva forse avere un senso per le prime due edizioni, nel 1998 e nel 1999, ma ormai è decisamente superata dai fatti” ha spiegato Damir Ivic. “L’Academy, che è una vera e propria università della musica – dove però i ragazzi selezionati e i professori, cioè musicisti a dir poco illustri legati alla club culture e non, interagiscono orizzontalmente, cioè da pari a pari – è sempre più un contesto dove la musica viene trattata a 360 gradi. Chiaro, la radice è quella della club culture; ma la club culture è nata dal funk, dal soul, dal jazz, è sempre più contaminata col rock (e viceversa), si influenza spesso e volentieri col pop più intelligente. Il discrimine insomma non è il genere musicale, ma l'attitudine con cui la musica viene affrontata. Mente aperta, vogliosa di ascoltare, dialogare, confondere le carte, farsi contaminare, superare barriere. In tutto questo i Bluvertigo sono perfetti; molti di questi aspetti sono parte integrante della loro biografia e della loro ragion d’essere. E infatti la loro disponibilità ed entusiasmo verso il progetto sono stati super. Per dire, sono stati loro a insistere per trattenersi un giorno in più rispetto al previsto, perché ci tenevano a completare tutta una serie di strade e idee musicali che erano state aperte assieme ai ragazzi che hanno partecipato a questo workshop”.

 

Nella due giorni che si è tenuta allo Studio 75, Morgan, Andy, Livio e Sergio hanno formato quattro gruppi di lavoro basandosi sulle conoscenze e sulla naturale inclinazione dei ragazzi verso lo strumento musica. “Io mi prendo gli incompresi, quelli che ancora non hanno le idee chiare – dice Morgan, quando è il momento di separarsi dagli altri – Tu assomigli a Jude Law, sei dei miei!”. Nelle piccole sale dello studio di registrazione milanese si inizia a lavorare. L’atmosfera è rilassata, fresca, leggera, gli animi degli studenti rasserenati dalla disponibilità dei componenti della band, dalla loro voglia di darsi condividendo nozioni e accorgimenti tecnici. C’è spazio per il gioco, per l’apprendimento (ri)creativo, ma soprattutto per la musica.

 

Seduto al piano Morgan chiede se qualcuno abbia visto su YouTube l’esibizione di Nina Simone al Montreux Jazz Festival in cui canta Feelings. “La suona così” dice, iniziando a pigiare le dita sui tasti con furore, imitando la celebre cantante. I ragazzi lo ascoltano con ammirazione, prendono coraggio, si mettono a loro volta agli strumenti e il processo creativo ha inizio. Il risultato finale, al termine del workshop, è stato il conseguimento di quattro differenti motivi ispiratori: il suono, il ritmo, i testi e il rimiscelamento degli elementi sonori. “La mia prima intenzione era quella di creare un gruppo” ha dichiarato Andy. “È stato molto bello, ho cercato di farli ragionare per come mi piace insinuare meccanismi creativi. Abbiamo provato varie tecniche di registrazione e di finto caos. Poi abbiamo ragionato sulla ritmica. Esperimenti giocosi ma che sono andati dritti a creare interazione tra loro”. “I momenti fondamentali del processo” ha concluso Morgan, “sono stati quelli di scazzo e di decostruzione. Il nostro attrito è stato importantissimo: dovevamo vivere un’assurda utopia per tirar fuori qualcosa di veramente bello”.

Fonte



Corriere della Sera Magazine n. 22, 4 Giugno 2009



I teenager scoprono la classica. Grazie a Morgan e Mantanus



Il cittadino mb, 27 Maggio 2009 


Monza -
«Con la sua vivace intelligenza, con il suo approccio mai convenzionale, con la sua energia e chiarezza nel comunicare, oltre che ovviamente con le sue doti d’artista, ha saputo innescare nel grande pubblico una rinnovata passione per la Musica, con la ‘M’ maiuscola, che va al di là del successo di X-Factor, comunque sicuramente dovuto in gran parte alla sua presenza. Il premio per la categoria Comunicazione e Spettacolo 2009 va a Morgan».
Con questa motivazione l’eclettico monzese Marco Morgan Castoldi ha vinto il Grand Prix 2009, premio speciale “Comunicazione e spettacolo”, consegnato nella serata di gala di “Pubblicità Italia” (testata di Reed Business Information) lunedì al Teatro Manzoni di Milano. Il riconoscimento italiano dedicato al mondo della comunicazione, giunto quest’anno alla sua 22esima edizione, ha attribuito premi speciali a personalità che si sono distinte nel loro ambito professionale grazie ad un’efficace strategia di comunicazione. Oltre a Morgan, premiati Pier Ferdinando Casini (Comunicazione Politica), Manuela Arcuri (Protagonista della Comunicazione), Enrico Ghezzi (per i 20 anni di Blob), Giulia Maria Mozzoni Crespi (Comunicazione Sociale), Daniela Hamaui (Direttore dell’anno) e Stefano Parisi (Uomo dell’anno). Il Grand Prix 2009 per le migliori strategie di marca è stato assegnato alla campagna Sky dedicata al nuovo Decoder MySky.

Fonte:http://www.ilcittadinomb.it/stories/Monza/74132_morgan_vince_il_grand_prix_2009_innesca_la_passione_per_la_musica/

◄◄
►►
Novembre 2019
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
FacebookTwitterInstagram
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.YouTubePinterest

DSC_6256.jpg
La Gallery, le nostre foto dei live
es9uned_5t8oug0nc_svtrbj9ty34d8t.jpg
Foto - Disegni - Ritratti

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI

**** LATEST NEWS ****

05.12.2014 Tutte le recenti interviste in vista del nuovo disco e dell'autobiografia

Interviste 2014

05.12.2014 Pubblicata l'autobiografia di Morgan "Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio"

Bibliografia

23.11.2014 Morgan canta ad X Factor il nuovo brano "Destino cattivo"

Video

06.12.2013 Morgan presenta l'inedito "Spirito e Virtù" a X Factor 2013

Video e Testo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI AL SITO

QUI