“Il matrimonio segreto” di Cimarosa/ parte 2^: l’Opera

27 settembre 2012

Concerti, Il Punto di Vista

 
 “IL MATRIMONIO SEGRETO” IERI E OGGI

Nei programmi teatrali del nostro tempo Il matrimonio segreto di Domenico Cimarosa trova posto abbastanza di rado. Eppure si tratta di una delle opere buffe più popolari dell’intero repertorio lirico, come universale era la fama del suo autore.

“Il contratto” di William Hogarth
(parte del ciclo “Le mariage à la mode” sulle conseguenze del “matrimonio d’interesse”; 1743 -1745).
Quest’opera probabilmente ispirò Colman e Garrick

Il compositore era infatti di ritorno da una tournée in Russia (fine 1791) quando venne invitato da re Leopoldo II a fermarsi per qualche tempo alla corte di Vienna. Nacque così la proposta di musicare, in tempi brevissimi, un libretto che Bertati aveva tratto da due testi preesistenti: la commedia “The secret marriage” di Colman e Garrick (1766) e il romanzo “Sophie, ou le marrage secret” di Madame Riccoboni (1768).

L’opera debuttò il 7 febbraio 1792 al Burgtheater di Vienna e piacque tanto a Leopoldo che questi ordinò che venisse replicata per intero la sera stessa, caso unico nella storia del teatro musicale. Al di là del regale consenso, Il matrimonio segreto raccolse un enorme successo, che permise alla partitura e al suo autore di sopravvivere alla fatale eclissi che colpì il genere opera buffa qualche anno dopo, con l’affermarsi del romanticismo. Il lavoro di Cimarosa continuò ad essere apprezzato sia dai cantanti più celebri, come Maria Malibran, sia dai letterati. Stendhal ne apprezzò in modo particolare l’eleganza e l’equilibrio della vicenda amorosa che è al centro del libretto. Dal punto di vista critico al Matrimonio segreto va riconosciuto il merito di aver influenzato positivamente la formazione e la creatività di Gioachino Rossini, che fin dai primi decenni dell’Ottocento ereditò il titolo di re dell’opera buffa (e non solo), finendo così con l’oscurare parzialmente la fama del suo predecessore Cimarosa. Dal punto di vista teatrale Il matrimonio segreto rappresenta una perfetta sintesi tra le vecchie regole del classico dramma giocoso – la commedia degli equivoci, l’amore contrastato e l’inevitabile lieto fine – e una modernità nel ritmo narrativo che rendono l’intreccio ancora attuale. Quest’ultima riflessione consente di immaginare quanto possa essere importante, in un allestimento odierno, la fantasia e l’imprevedibilità del regista. Oggi i confini del melodramma in genere si sono allargati: le vicende vengono spesso spostate da un’epoca all’altra e talvolta anche portate ai nostri giorni. Di conseguenza anche le scene e i costumi hanno perso il rigore che li aveva sempre caratterizzati, assurgendo ormai a simboli, più che a “divise” quasi immutabili. La regia può godere quindi di una grande libertà espressiva, avendo come unico limite il rispetto della partitura e dunque il coordinamento tra musica e gestualità.

 

Paolo Borgognone

Paolo Borgognone, giornalista professionista e critico musicale, nella vita artistica è baritono, regista e direttore artistico di stagioni musicali. Nato a Roma, vive a Reggio Emilia e lavora a Parma. Ha già festeggiato 30 anni di carriera: ha debuttato infatti nella capitale al Teatro Nomentano nel 1981. Nella sua città natale ha studiato al Centro Lirico Sperimentale del maestro Gastone Sorgi, con il quale ha debuttato i ruoli di Bartolo nel Barbiere di Siviglia di Rossini, Dulcamara nell’Elisir d’Amore, Don Pasquale e molti altri. Trasferitosi a Reggio Emilia, ha proseguito l’attività cantando nella Traviata e nel Rigoletto di Verdi, e tenendo molti concerti in Italia e all’estero. Ha lavorato spesso in duo con l’arpista Carla They, ottenendo sempre un caloroso successo. Nel 2007 ha allestito La Bohème di Puccini, interpretando il ruolo di Marcello e curando la regia e la direzione artistica. Negli anni seguenti ha allestito cinque opere per l’assessorato alla Cultura di Reggio Emilia: La Bohème, La Traviata, Tosca, Elisir d’Amore e Rigoletto, sempre in qualità di regista e direttore artistico. Come critico musicale ha scritto per le riviste specializzate L’Opera, Musicalia, Primafila, Applausi e molte altre. Ha lavorato in emittenti televisive intervistando i più grandi cantanti lirici del nostro tempo: Pavarotti, Carreras, Kabaivanska, Freni e molti altri. E’ stato responsabile delle pagine culturali dei quotidiani L’Informazione di Reggio Emilia, Informazione di Parma e Parma Qui. Attualmente è docente di Arte Scenica e direttore artistico nell’Accademia Internazionale Giuseppe Verdi di Zibello, nelle Terre Verdiane. Nel dicembre 2011 ha ricevuto dal sindaco di Zibello un Premio alla Carriera come baritono e critico musicale.

 

 Approfondimenti sul contesto artistico e sociale – operaomnia.blogspot

Approfondimenti e analisi del libretto – delteatro.it

Ascolta l’opera su iTunes ( Daniel Barenboim & English Chamber Orchestra) o in DVD

Leggi il Libretto commentato

 

TRAMA e PERSONAGGI

Dramma giocoso in due atti
Musica di Domenico CIMAROSA
Libretto di Giovanni BERTATI
Prima esecuzione: 7 Febbraio 1792, Vienna.

Personaggi

Signor GERONIMO, ricco mercante di Bologna basso
ELISETTA,figlia maggiore del signor Geronimo, promessa sposa al Conte soprano
CAROLINA,figlia minore del signor Geronimo, sposa segreta di Paolino soprano
FIDALMA, sorella del signor Geronimo, vedova ricca mezzosoprano
CONTE Robinson basso
PAOLINO, giovine di negozio del signor Geronimo tenore

Trama dell’opera (fonte)

ATTO PRIMO

Il commerciante Geronimo ha finalmente fatto fortuna e spera di trovare per le sue figlie un marito nobile. Non sa che la figlia minore Carolina ha già sposato in segreto Paolino, garzone del suo negozio. Questi convince il suo amico Robinson, uno squattrinato nobile inglese, a chiedere in sposa la maggiore delle figlie Elisetta. Ella sapendo di avere un pretendente nobile, si dà subito arie da contessa suscitando l’ilarità della sorella. La vedova Fidalma, sorella di Geronimo, confida ad Elisabetta il proposito di risposarsi ma non dice che ha mire proprio su Paolino. La situazione si complica quando Robinson preferisce tra le due sorelle proprio la minore. Il povero Paolino, anche se Carolina non vuol saperne del conte, si ingelosisce e rimane deluso per la perdita del suo alleato. Elisetta, vedendosi esclusa, critica la sorella e l’accusa di aver tramato contro di lei. Fidalma fa da paciera e Geronimo, che deve fare i conti anche con la sua sordità, è estremamente confuso da queste impreviste beghe familiari.

ATTO SECONDO

Robinson vuole a tutti i costi sposare Carolina e per raggiungere questo scopo rinuncia perfino alla metà della dote. Felice di ciò, Geronimo, non vede ostacoli alle nozze. Paolino, disperato, chiede aiuto a Fidalma che, male interpretando i suoi discorsi, si illude di essere da lui riamata. Carolina sorprende i due che confabulano in atteggiamento confidenziale e pensa di essere tradita. Nel frattempo il conte cerca di rendersi odioso agli occhi di Elisetta e convince Geronimo a rinchiuderla in un convento. Per tentare di porre termine alla situazione, i due sposi segreti prendono la decisione di fuggire. Al momento di mettere in atto tale proposito, Elisetta convinta che la sorella stia per fuggire con il conte, raduna tutti per far nota la cattiva condotta di Carolina. Grande è la sorpresa degli astanti quando ella si presenta con Paolino e svela il suo segreto. Geronimo, dopo una sfuriata, perdona i due sposi e Robinson finalmente decide di sposare Elisabetta.

“Il matrimonio segreto” sarà al Teatro Coccia di Novara il 5 e 7 ottobre 2012 in un nuovo allestimento con la regia di Marco “Morgan” Castoldi. Per approfondimenti vedi “Il matrimonio segreto” di Cimarosa/ parte 1^

, , , , , , , , , , ,

2 Responses to ““Il matrimonio segreto” di Cimarosa/ parte 2^: l’Opera”

  1. 銆愰€佹枡鐒℃枡銆慣P ASSAULT FORCE 銈搞儯銈便儍銉?A-TACS FG 銆恡actical performance 銈裤偗銉嗐偅銈儷銉汇儜銉曘偐銉笺優銉炽偣 銈偟銉儓銉曘偐銉笺偣銆慏CS 銈ㄣ兗銈裤儍銈偣 銈ㄣ儠銈 Says:

    I’ve been surfing online more than 4 hours today, yet I never found any interesting article like yours. It’s pretty worth enough for me. In my opinion, if all website owners and bloggers made good content as you did, the web will be much more useful than ever before.

    Reply

Trackbacks/Pingbacks

  1. Morgan regista de "Il matrimonio segreto" di Cimarosa a Novara - 1 ottobre 2012

    […] analisi, trama e libretto dell’Opera vedi: “Il matrimonio segreto” di Cimarosa/ parte 2^ […]