Videointervista a Erik Bosio (CLUSTER)

21 febbraio 2012

Interviste

Italian Songbook Vol. 2 di Morgan contiene una cover a cappella di Si può morire (Nanni Svampa/I Gufi) interpretata insieme al gruppo vocale Cluster.
Nella versione dei Gufi il brano è già corale, tuttavia l’interpretazione vocale dei Cluster si discosta notevolmente dall’originale, in linea con lo stile dell’ensemble.
Erik Bosio ci racconta la genesi di questa versione illustrandoci il lavoro passato e attuale e i progetti in atto con Morgan; si parla poi di musica vocale, del panorama musicale italiano, di altre collaborazioni (ad esempio con Marco Mengoni per Un gioco sporco) e di progetti di gruppo e solisti.

SI PUO’ MORIRE (Nanni Svampa, 1963)

Uscita dapprima nella versione solista dell’autore e poi interpretata dal gruppo milanese I Gufi (Svampa, Patruno, Brivio, Magni), è una ballata densa di riferimenti a eventi dell’attualità storico-politica dell’epoca, quali gli omicidi di John Kennedy e Martin Luther King, la tragedia di Marcinelle la morte di Dag Hammarskjöld in Congo…
La versione di Morgan aggiunge alcuni versi autobiografici al testo originale, riportato qui sotto:

Si può morire facendo il presidente,
si può morire scavando una miniera,
si può morire d’infarto all’osteria
o per vendetta di chi non ha niente.
Si può morire uccisi da un regime,
si può morire schiacciati sotto il fango,
si può morire attraversando il Congo
o lavorando in alto sul cantiere.
Si può morire a furia d’esser madri,
si può morire cercando un ospedale,
si può morire in servizio militare
o per il solo fatto d’esser negri.
Si può morire dicendo: Ave Maria,
si può morire gridando: Mondo porco!,
si può morire per un sorpasso storto
o sotto il fuoco della polizia.

I CLUSTER

I Cluster (Erik Bosio, Nicola Nastos,Luca Moretti, Letizia Poltini, Liwen Magnatta) sono un gruppo vocale nato nel 2004 dall’idea di 5 studenti del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova. Negli ultimi anni il gruppo, dallo stile unico che combina elementi di jazz, pop e fusion ha tenuto concerti all’estero oltre che in tutta Italia, esibendosi sui palchi di alcuni dei più importanti eventi musicali del paese, tra cui: Umbria Jazz Festival, The Blue Note Milano, Feronia Festival, Bordighera Jazz&Blues, Lavagnino Festival, Alpe Adria Cantat, Musicomic For Children, Palazzo Ducale Genova, Veneto Jazz Festival, Sing Sing Festival e Auditorium Parco della Musica a Roma, Nightfly Jazz Festival.

Il loro primo album Cement (2006), è il primo disco italiano nella storia ad aver ottenuto 3 nomination ai CARA (Contemporary Acappella Recording Awards) e nella settimana 20 del 2008 ha raggiunto il primo posto nella classifica di iTunes Italia. Nel 2008 è stato pubblicato l’EP Enjoy The Silence, contenente alcuni dei brani eseguiti durante la loro partecipazione alla trasmissione televisiva X-Factor, di cui sono stati considerati i vincitori morali dalla critica e dal loro mentore Morgan. Nel 2010 inoltre ricevono 6 nomination ai CARA vincendone 3: l’album Christmas Present si è aggiudicato il premio come Best Holiday Album mentre quello per Best Holiday Song è stato assegnato alla loro versione di Jingle Bells; la canzone 224 contenuta nell’album Steps ha vinto il CARA per Best Professional Original Song.
Nel 2012 la versione a cappella di Un Gioco Sporco di Marco Mengoni con i Cluster è stata nominata per un CARA come Best Professional Original song.

L’originale sound dei Cluster è stato protagonista in svariate programmazioni televisive e radiofoniche, tra cui il talent show X-Factor, ma anche Scalo 76, Quelli Che il CalcioViva Radio 2, Fiorello Show, Premio Ischia per il Giornalismo, Il più grande spettacolo dopo il weekend; ha anche preso parte alle colonne sonore di importanti documentari italiani (quali La Rinascita Del Parlamento, La Grande Storia Del Jazz) e del film Il Cosmo sul comò, uscito nelle sale cinematografiche nel dicembre 2008.

Le recenti esibizioni hanno visto il gruppo condividere la scena con artisti di fama nazionale e internazionale, quali Andrea Bocelli, Mario Biondi, Fiorello, Morgan, Gigi D’Alessio, Antonello Venditti, Giovanni Allevi e molti altri ancora.

I Cluster inoltre tengono corsi di canto e arrangiamento pop / jazz presso la Cluster Talent School di Genova, affiancano all’attività di gruppo progetti vocali in altri ensemble (Ghost Files di Erik Bosio, Letizia Poltini e Andrea Figallo dei Flying Pickets) e portano avanti le loro carriere soliste come strumentisti, compositori e cantanti.

Sito www.clustervocal.com   – Pagina  facebook

 

MORGAN & i CLUSTER

A X Factor Italia, 1^ edizione: entrati in un secondo tempo nella squadra di Morgan (gruppi vocali) e usicti dopo poche puntate, sono stati considerati da Morgan stesso, e non solo, i vincitori morali. Con lui si sono esibiti fuori gara, a fine trasmissione, in una cover di Enjoy the silence

In seguito alla collaborazione per Italian Songbook, hanno eseguito insieme Si può morire  a MTV Spit e live a Genova.

Sulla loro pagina Facebook hanno inoltre pubblicato alcuni videoframmenti  “dietro le quinte” delle prove prima della trasmissione e del lavoro in studio con Morgan a febbraio 2012 (video1 video2)
____________________________________________________________________________________

I nostri approfondimenti sugli altri brani dell’album.

 

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. Sovrappensiero è arrivata una primavera…Morgan & MemorandOm a Genova e Milano (19 e 20 marzo 2012) - 22 marzo 2012

    […] inoltre la presenza a Genova del gruppo vocale Cluster, ospite sul palco per la versione live di Si può morire (Svampa), alla quale Morgan ha aggiunto […]

Leave a Reply