An evening with Morgan – Terme Taurine Festival 2.8.2013

3 agosto 2013

Concerti, Recensioni eventi

Morgan interroga lo "strano" pubblico del Terme Taurine Festival

Inizia in sordina, regalandoci l’inconsueta Ideaplatonica, il concerto di Morgan al Terme Taurine Festival .

“Siete un po strani eh? Parlatemi dei vostri problemi,  trovo la situazione molto strana…”

D’altra parte uno diffonde “straneità” e quindi la riceve in cambio regalando la canzone piu strana a cui riesce a pensare, Contro me stesso…in linea no?

È un Morgan che ha voglia di contatto con il suo pubblico, che cerca il gioco,  l’interazione; si va con un test sugli accordi, con il Maestro sul palco e gli allievi in platea, ad alleggerire il tempo e consolidare l’alchimia.

Spazia Marco Castoldi, e dal Tristano e Isotta di Liebestod, definita la “sua canzone d’amore” , si concede il diletto “perché è proprio bello cantarla” di Imagine.  La fortuita apparizione di un grillo (parlante?) dà il ‘la’ per l’esecuzione di un brano struggente e malinconico,  il Tema di Geppetto con testo di Nino Manfredi  e musica di Fiorenzo Carpi: “Come è triste l’uomo solo”… scelta dei brani totalmente casuale o una velata sciarada che Morgan  ci invita a svelare?

                                                                                            

Incontenibile Morgan davanti a un pianoforte: da Geppetto a Pinocchio, la Gazza ladra di Gioachino Rossini ispiratrice, e poi un giro di classica con la fuga di Morgan… ogni pretesto è buono per suonare, e mentre Megahertz , Morgan al basso, Rio e Altrovesolida spalla sul palco, recupera le caramelle in camerino (“sapendo che mi piacciono, le caramelle…”: sappiamo, sappiamo!), accenna la Patetica di Beethoven. Si torna a Morgan ed è Crash, e poi l’amato De Andrè con Un medico e Un giudice: mimica e passione trascinano il pubblico!

Tra brindisi, divagazioni sul Baygon, aneddoti su Simona Ventura e Altre Forme Di Vita dei Bluvertigo , Morgan prende il basso e accontenta il pubblico: si balla seduti al ritmo dei Duran Duran con Rio. Partono le note di Altrove, preludio della fine del concerto: è incredibile come ad ogni esecuzione Marco Castoldi riesca a rinnovare questo brano e a infondergli una nuova magia.

Scrosciano gli applausi, Morgan e Megahertz si abbracciano sul palco, ed è sempre bello vedere tra questi due artisti il feeling, la stima e l’ amicizia reciproca che sono il collante delle loro esibizioni.

Come ormai da diversi concerti ci ha abituato, Morgan non lascia il palco per il consueto rito del bis, e siede nuovamente al piano per portarci su Marte con Bowie…is a Life on Mars? Imposta sul Mac I want to hold your hand dei Beatles e siamo tutti li, a stringerci simbolicamente la mano.

Grazie Marco, un’ altra notte di musica, parole, risate e magia è finita , abbi cura della tua Arte, non possiamo farne a meno!

Brindisi Megahertz Morgan Terme Taurine

Scaletta

Ideaplatonica
Animali familiari
Contro me stesso
Liebestod
Imagine (J.Lennon)
Storia di Pinocchio -Tema di Geppetto (F. Carpi/N.Manfredi)
Cenni di Toccata e fuga in Re minore (Bach) e Sonata n°8 ‘Patetica’ (Beethoven)
Crash
Un medico (F.De André)
un giudice (F.De André)
Rio (Duran Duran)
Altrove
Life on Mars? (D.Bowie)

 Album foto -Morgan Terme Taurine 2.8.2013

 

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. Le foto di G.Placidi per Metamorgan.it sulla stampa - metamorganblog - 4 settembre 2013

    […] da una nostra foto scattata il 2 agosto 2013 al Terme Taurine Festival e inserita nel nostro Live report oltre che nell’album Facebook relativo alla serata. Qui sotto articolo e l’ampia e […]

Leave a Reply